Produttore: Hammer and Soon Ltd.
Tipo di vino: distillati
Vitigno: Spezie +agrumi
Denominazione: Gin
Nome del vino: Gin Old English
Prezzo: € 40,20
Affinamento Esistono due diversi procedimenti per la produzione di Gin inglese. Il primo metodo è quello tradizionale nel quale rientrano il London dry Gin e il Plymouth Gin, che vengono ottenuti attraverso ridistillazione d'alcol etilico d'origine agricola in presenza di bacche di ginepro e d'altri prodotti vegetali naturali.
Aromi del vino: Al naso: Chiaro profumo di ginepro, ma con grandi note speziate, come noce moscata o cardamomo e un netto sentore di limone. Un bilanciamento perfetto, dolce e speziato.
Nel palato: Il sapore dolce è invitante insieme al ginepro, un gin che sa farsi apprezzare. Consigliato per: preparazioni “storiche” o liscio con un cubetto di ghiaccio.
Grado alcolico%: 44%Vol.
Temperatura: 4-8°C.
Abbinamento cibo Consigliato a chi vuole cimentarsi nella riproduzione di cocktail storici, o a chi possa amare un gin prodotto meticolosamente, con una storia dietro e ottimo da bere, anche a casa, liscio.

NOTE

Old English Gin
Old English Gin è un Gin creato ispirandosi a un’antica ricetta del 1780.
Fonda le sue radici nella tradizione Inglese, collocandosi, seppure non ufficialmente nella categoria “Old Tom”, che si contraddistingue per una leggera aggiunta di zucchero.
I dettagli che compongono questo prodotto sono tutti meticolosamente studiati: dalla bottiglia di champagne riciclata, così come si faceva alla fine del ‘700, l’etichetta con stampa ecologica, il tappo in sughero e la cera naturale. Per arrivare al distillato stesso…
Creato in una delle principali distillerie del Regno Unito (dove si producono anche altri importanti Gin), l’Old English offre la possibilità di creare cocktail che siano coerenti con le ricette originali, per assaporare i sapori che li contraddistinguevano alla loro creazione. Il sito internet di questo Gin (www.oldenglishgin.com) ci consiglia di degustarlo liscio, un’opzione valida se volete cercare gli undici botanici (ginepro, coriandolo, limone, arancia, angelica, cassia, liquirizia, cannella, radice di iris, noce moscata e cardamomo) che lo compongono, giocando a individuare le note che lo caratterizzano.

A quel tempo l'Inghilterra era il più grande importatore di champagne francese e poiché le bottiglie erano costose e il gin era in origine uno "spirito povero dell'uomo", le bottiglie di champagne sarebbero state riutilizzate e riempite di gin per i consumatori da acquistare nei negozi di gin.







Podere Sapaio s.a.s - P.Iva 01364750495 - Tutti i diritti riservati