Produttore: Germano Ettore
Tipo di vino: vini
Vitigno: Nebbiolo
Denominazione: Alta Langa DOCG.
Nome del vino: Spumante Brut Metodo Classico Rosé Rosanna
Prezzo: € 20,80
Affinamento Vinificazione:
L’uva viene raccolta manualmente in cassette e, in cantina, introdotta intera nella pressa dalla quale si seleziona il solo mosto fiore attraverso un processo lento e prolungato, in modo da estrarre il colore sufficiente per avere la leggera tonalità rosata.
La fermentazione alcolica del vino base avviene interamente in serbatoi di acciaio verticali.
In primavera si assembla il vino base e si effettua il tiraggio, per la successiva seconda fermentazione in bottiglia. L’affinamento in bottiglia sui lieviti dura circa 18 mesi o più.



Aromi del vino: Il vino si presenta con un fine perlage, colore rosa tenue ma brillante.
Naso esplosivo di frutta, fiori rossi e bianchi, con leggera sfumatura di lievito. In bocca l’ingresso è pieno, dominato da una freschezza lunga e persistente e dall’austerità del leggero tannino. Il finale rivela però una dolcezza che rimane a lungo nel retro-aroma.
Grado alcolico%: 13% Vol.
Temperatura: 6-8°c.
Abbinamento cibo Piatto consigliato: tonno di coniglio.
Gli abbinamenti a tavola sono molteplici, dal semplice aperitivo, con stuzzichini, a pesce crudo, oppure cucinato in vari modi. Per la sua piacevole intensità, si adatta bene anche a primi piatti e, carni rosse, rivelandosi quindi un buon partner a tutto pasto.

NOTE

Dosaggio: 1 gr. litro.
Bottiglie Prodotte: 5.000.
Capacità d’invecchiamento: 4-5 anni.
Recensioni: "finale fragrante sulla frutta matura, ben persistente... invoglia subito un altro sorso".

STORIA

La famiglia Germano è proprietaria dal 1856 di 6 ettari sulla collina della Cerretta, a Serralunga d'Alba, nel cuore della zona del Barolo. Il bisnonno Francesco, poi con il nonno Alberto, hanno coltivato l'azienda viticola, producendo piccole quantità di vino, ma principalmente vendendo l'uva, mercato predominante all'epoca nella zona. Ettore, figlio di Alberto, continua l'opera del padre, diventando anche abile innestatore, e comincia a ristrutturare i vigneti dagli anni '50 in poi, usando selezioni massali curate personalmente, con densità comunque non inferiori alle 4000 piante per ettaro, con le classiche varietà locali, Dolcetto, Barbera e Nebbiolo. Nel 2001, con la nascita della nuova DOC Alta Langa, spumante metodo classico, viene impiantato un ettaro di Pinot Nero adatto a produrre spumante, con un po' di Chardonnay. Ora l'azienda consta di 10 ettari di vigneto a Serralunga, dove si coltivano esclusivamente varietà di uve rosse, e 5 ettari a Cigliè, dove si coltivano varietà esclusivamente dedicate a produrre vini bianchi. La gestione oggi è di Sergio e sua moglie Elena, che si occupano della coltivazione dei vigneti, vinificazione e commercializzazione, mantenendo intatta la tradizione ereditata dalla famiglia.

evoluzione
piccoli dettagli che possono variare il risultato finale
In vigneto:
• monitoraggio tramite stazioni meteorologiche aziendali, per essere tempestivi ed essenziali nei trattamenti fitosanitari;
• conversione biologica;
• taglio dell’erba nel sottofila con sfalcio manuale dove la pendenza ostacola le macchine;
•potatura, legatura manuale;
• zappatura manuale;
• concimazioni con stallatico;
• lotta biologica tramite confusione sessuale per le tignole;
• utilizzo di sovescio con leguminose e crocifere per ottimizzare la sostanza organica;
• vendemmia manuale in cassette arieggiate;
• in conclusione occorrono circa 800 ore di lavoro per ettaro di cui oltre il 90% sono manuali.


In cantina:
• operazioni delicate con diraspatrice e pressatura soffice con pressa polmone;
• controllo della temperatura durante la fase di fermentazione per preservare gli aromi primari.
• rimontaggi e travasi con pompaggi delicati, in modo da non maltrattare i mosti ed i vini;
• controllo qualità tempestivo con analisi chimiche e degustazioni frequenti per monitorare l’evoluzione delle fermentazioni e delle fasi di affinamento, grazie ad un laboratorio interno;
• approfondita ricerca e sperimentazione sulle chiusure con capsula a vite ( stelvin ) che ci permette di aggiungere meno solfiti all’imbottigliamento e mantenere inalterati il più possibile gli aromi .

Podere Sapaio s.a.s - P.Iva 01364750495 - Tutti i diritti riservati