Dettaglio prodotto

Chateau Reynon Cadillac Coté de Bordeaux Barsac

Denis Dubourdieu

27.70

Anno: 2017

Vitigni: 77% Merlot – 15% Petit Verdot – 8% Cabernet Sauvignon

Alcol: 13.5% Vol.

Rubino intenso, nucleo opaco, riflessi violacei, tenue schiaritura sull’orlo. Delicato liquirizia, amarena, un accenno di cassis e tabacco. Frutta ciliegia rossa matura ricoperto di chiodi di garofano, dolcezza fine, caramello al torrone sottile, maturo, integrato tannini, minerale, vino da tavola fine e sapido.

 

 

Categorie: ,

Descrizione

Château Reynon si trova a Béguey, vicino a Cadillac, su un pendio sulla riva destra della Garonna, esposto a sud. Una parte del vigneto occupa anche, nel vicino comune di Laroque, magnifici pendii esposti a sud-est e l’antico terrazzo calcareo di un piccolo affluente della Garonna, l’Œuille. Le origini della proprietà risalgono al XV secolo, sotto il nome di Château de Béguey. Alla fine del XV secolo, la tenuta era ancora una casa nobiliare, appartenente a Jean de La Roque, proprietario anche lui a Barsac.

Nel 18° secolo il vigneto era nelle mani della famiglia Carle de Trajet emigrata durante la Rivoluzione; fu poi venduto dallo Stato alla famiglia Laspeyrère che fece edificare, intorno al 1850, al posto dell’antico castello, l’attuale residenza in stile neoclassico. La proprietà, che prese il nome di Château Peyrat, fu acquistata poco prima del 1900 da Emile Pollet, commerciante di vini a Parigi.

Jacques David lo acquistò nel 1958. Appartiene a un’antica famiglia di viticoltori di Omet, un villaggio vicino. Ereditò, sempre dal padre Jean David, un vigneto nel comune di Laroque non lontano dalla sua nuova acquisizione. Da allora i due vigneti sono stati uniti. Nel 1976 gli succedettero la figlia Florence David e il genero Denis Dubourdieu, ingegnere agrario ed enologo. Il cru si chiamava Château Reynon nel 1979. Era meglio conosciuto all’inizio degli anni ’80 per i suoi Sauvignon bianchi secchi.

La cantina Reynon era anche, in quel periodo, il luogo prediletto di sperimentazione di Denis Dubourdieu, allora giovane ricercatore presso la Facoltà di Enologia, specializzato nella vinificazione di vini bianchi secchi. Le tecniche di macerazione delle bucce e l’affinamento sulle fecce in tini per i vitigni Sauvignon e Sémillon saranno prima ottimizzate a Reynon, prima di essere ampiamente raccomandate in altre parti del mondo. Pertanto, Reynon è stato inizialmente conosciuto per i suoi vini bianchi secchi.

Dal 1988 inizia la ristrutturazione del vigneto. Le viti allevate a bassa densità alla fine degli anni ’50 vengono progressivamente reimpiantate a 5.500 ceppi per ettaro. Questa trasformazione rivela il notevole potenziale del terroir argilloso di Reynon per i vini rossi. Dieci anni dopo, il notevole successo dell’annata 1998 ha stabilito il rosso Reynon tra i valori sicuri del Bordeaux.

Fermentazione in tini di acciaio inox e tini di cemento. Estrazioni delicate mediante rimontaggio.Invecchiato per 12 mesi in barrique.

Informazioni aggiuntive

Abbinamenti

Antipasti e primi di carne

Denominazione

Appellation Cadilac Coté de Bordeaux Controlée

Temperatura

18° C

Produttore

I prezzi dei prodotti sono momentaneamente in aggiornamento. Per informazioni contattate Vetrina Sapaio.
I prezzi dei prodotti sono momentaneamente in aggiornamento. Per informazioni contattate Vetrina Sapaio.
powered by bulletin